ALASSIO instance, the vehicle in the fore.) The other designs reproduced here also betray to the expert eye a ripened cult of eye and hand. In conclusion we must say a word about Schafer as a teacher. It was not without set intent that we began with remarking that Schafer is a teacher. He is even a good teacher. For one thing he has something which many a pedagogue loses in the course of a long experience in teaching: an affection for his job and his pupils which makes him always considerate and always ready to help. DER SINNBERAU5CREN DE HAUCH DER TROPISCH EN MOHNBLUME CENNOSTORICO LA CITTA MODERNA LA CITTA MODERNA Gli storici e gli eruditi hanno a lungo fan- tasticato colla origine del nome di Alassio. I pi lo fanno deri- vare da Tirasso, monte che sorge nelle vici- nanze; altri credono alia leggenda di Ade- lasia, o Alassia, prin- cipessa germanica, supposta fondatrice del la Citta nel X secolo. Dati meno incerti stabiliscono la esistenza del luogo nel secolo XIII. sicuro che i Benedettini, proprietari della vicina Isola Gallinaria, potevano disporre della citta nel 1303, perchè in quell'anno la cedettero ai Consoii d'Albenga, e sotto ii giogo della vetusta citta vicina rimase Alassio sino al 1516. Cinque anni dopo si circondó di bastioni, e cresciuta rapidamente in fama e in popo- lazione ottenne dal Senato di Genova, nel 1540, la sua completa emancipazione dal dominio di Albenga e la sua liberta. Nel secolo XVI si chiam'ö Arassi; nel successivo Arasse. II primo documento che stabilisce il moderno nome Alassio in una pianta topografica del 1758 che si conserva nell'Archivio Municipale.

Gebrauchsgraphik de | 1933 | | page 41